Seleziona una pagina

Le società a responsabilità limitata semplificata (SRLS) sono state introdotte nel 2012 con l’obiettivo di risollevare l’economia nazionale facilitando l’ingresso sul mercato di una nuova generazione di imprenditori. Le istituzioni e i mezzi di comunicazione di massa hanno sempre descritto soltanto i benefici di tale tipo sociale e oggi, dopo qualche anno dalla loro introduzione, è ora di fare un bilancio.

Quali sono i vantaggi delle società a responsabilità limitata semplificata?

L’unico vantaggio delle società a responsabilità limitata semplificata, rispetto alle società a responsabilità limitata ordinarie, è rappresentato dal fatto che i costi di costituzione del notaio si riducono alle sole spese e a un risparmio sulle imposte. Le imposte di costituzione, infatti, si limitano all’imposta di registro di 200 euro e al diritto annuo della Camera di Commercio di 120 euro. In caso di SRLS unipersonale sono dovuti anche i diritti di segreteria a favore del Registro Imprese, pari a 90 euro e relativi alla comunicazione unico socio.

società a responsabilità limitata semplificata

Qual è il capitale minimo per una SRLS?

Le SRLS possono essere costituite con un capitale minimo di un solo euro e non può superare i 9.999,00 euro. Tale misura, tuttavia, non rappresenta un vantaggio rispetto alle SRL ordinarie, in quanto anche queste società possono essere costituite con un capitale ridotto da un euro fino a 9.999 euro.

Quali sono gli svantaggi nel costituire una società a responsabilità limitata semplificata?

La costituzione di una SRLS è opportuna in un determinato caso che verrà illustrato più avanti. Nella maggior parte delle ipotesi, le SRLS presentano diversi svantaggi:

  • il capitale sociale deve essere sempre interamente versato in sede di atto costitutivo. Quindi, se si costituisce una SRLS con un capitale di 5.000 euro, questo dovrà essere interamente versato, mentre se si costituisce una SRL ordinaria con un capitale di 10.000 euro questo potrà essere versato nella misura minima di euro 2.500,00;
  • il capitale sociale può essere formato solo da conferimenti in denaro, mentre le SRL ordinarie possono formare il capitale con ogni elemento attivo suscettibile di una valutazione economica (immobili, aziende, crediti, diritti industriale ecc.);
  • i soci possono essere solo persone fisiche in quanto è precluso alle società di avvalersi di questa forma sociale;
  • possono essere amministrate da un amministratore unico e da un consiglio di amministrazione, mentre è preclusa la possibilità di scegliere un modello di organo amministrativo composti da più amministratori senza che questi formino un collegio;
  • l’atto costitutivo viene redatto secondo un modello standard stabilito dal legislatore e tale modello non può essere modificato in alcun modo.

Cosa comporta la non modificabilità dell’atto costitutivo?

Il modello standard preclude ai soci la possibilità di disciplinare i loro rapporti sociali e, inoltre, impedisce una seria pianificazione fiscale della società. I principali limiti sono i seguenti:

  • non è possibile prevedere una durata della società e ciò determina un indebolimento del contratto sociale in quanto i soci possono recedere dalla società ad nutum (liberamente);
  • non è possibile prevedere una clausola di prelazione o di gradimento e ciò determina un indebolimento della compagine societaria. In altre parole, i soci sono liberi di vendere a terze persone senza chiedere il permesso agli altri soci;
  • non è possibile prevedere una clausola compromissoria e quindi le controversie tra soci dovranno essere necessariamente risolte avvalendosi della giustizia ordinaria;
  • non è possibile prevedere un trattamento di fine mandato a favore degli amministratori e ciò determina l’impossibilità di dedurre dalla base imponibile una grossa spesa deducibile e ciò determina di dover pagare più imposte di quelle dovute.

Quando è effettivamente vantaggioso costituire una SRL?

In un solo caso risulta essere opportuno costituire una SRLS. L’imprenditore che da solo intende avviare un’attività, invece di avviare un’impresa individuale che determina una responsabilità illimitata per le obbligazioni sociali, può scegliere di avviare con bassi costi una SRLS beneficiando della responsabilità limitata tipica di questo tipo sociale.

Tuttavia, anche in questo caso è possibile ravvedere alcune criticità:

  • la prima è la questione fiscale vista sopra: non è possibile prevedere un trattamento di fine mandato;
  • la seconda è legata ai costi per far funzionare una società, che sono maggiori rispetto a quelli di una ditta individuale.

Quindi, l’esigenza di ottenere la responsabilità limitata tipica delle società a responsabilità limitata deve essere effettiva e concreta.

Concludendo, le SRLS sono opportune nei soli casi in cui è necessario avviare un’attività in forma individuale e vi è la necessità di limitare il rischio al capitale conferito. Negli altri casi, l’unico vantaggio è il risparmio in sede costitutiva.

Ti potrebbero interessare anche:

15 cose da sapere prima di costituire una SRL

Sartorialità delle società a responsabilità limitata

Share This