L’amministratore di sostegno può compiere tutti gli atti necessari alla gestione del patrimonio del soggetto debole, compresi anche gli atti di natura personale del beneficiario